• Homepage

    Torna alla pagina iniziale

  • Focus

    Gli approfondimenti, le recensioni, le prove.

  • Flash

    Le notizie e gli aggiornamenti più veloci.

  • Videogiochi

    Il cuore del database.

  • Newsletter

    I nostri appuntamenti settimanali e mensili.

Uscite imminenti

I prossimi titoli in uscita.

Flintlock: The Siege of Dawn

18 Luglio 2024

Schim

18 Luglio 2024
Carica altro
Seguiti
Lista di lettura
espandi
chiudi

I contenuti dei videogiochi che segui appariranno qui. Per usare questa funzione è necessario avere un account.

I contenuti che hai salvato appariranno qui. Per usare questa funzione è necessario avere un account.

Entra
Registrati
Focus calcolo...

Rifare Metal Gear Solid 3: Snake Eater, il serpente cambia la pelle o anche l’anima?

A prima vista, il remake del glorioso terzo capitolo della serie Konami sembra bellissimo, eppure...

17 Giugno 2024, alle 11:06

Snake trascorre per il fiume oltre la vita, incontrando gli spettri delle sue vittime, quelle che tramite il suo corpo digitale ho deciso di uccidere, coloro che io giocatore non ho risparmiato; così mi illudo con il pensiero consolante di averle DOVUTE assassinare, ma non era affatto necessario. L’ho fatto per pigrizia forse, perché sarebbe stato più difficile stordirle e aggirarle quelle persone, quei nemici.
D’altronde sono in un videogioco, quindi non posso uccidere almeno qualcuno di questi “cattivi”?

Le armi letali comunque ce le ho, me le ha date proprio Hideo Kojma; perché usare allora solo questa pistola con i proiettili soporiferi? Ma Hideo Kojima, in quelle mortifere acque fluviali nelle quali mi ha precipitato The Sorrow, decide di punire la mia virtuale volontà omicida; ecco dunque sfilare nel liquido, uno dopo l’altro in tetra processione, gli ectoplasmi di chi ho massacrato. Devo stargli lontano perché mi risucchiano l’energia. Sei un omicida, mi ricordano quegli spettri, avremmo potuto ancora esistere tra le vie numeriche del codice nella ripetizione vitale delle stesse azioni, invece siamo qui, fantasmi per sempre…

Ripenso spesso a questo segmento di Metal Gear Solid 3: Snake Eater, così particolare, ma quasi ordinario nella straordinarietà diffusa per tutta quest’opera. Torno a rifletterci soprattutto adesso che Konami sta rifacendo questo videogame che mi appare anche esso avere attraversato quel fiume, negli anni, incontrando i suoi fantasmi nel tempo dei decenni, quelli delle persone che lo crearono, eliminate dal corpo vivo della loro opera che sta per risorgere senza di essi, senza l’anima. Ecco, guardandone le nuove immagini mi sembra di osservare un nosferatu persino magnifico, ma comunque un non morto pronto a cibarsi delle emozioni e del denaro di chi amò quell’opera e di coloro che, di questa finora ignari, si perderanno nella sua giungla per la prima volta.

Un corpo spettacolare risorgente nell’alta definizione abbagliante delle nuove tecnologie, che forse sarebbe stato giusto restasse un fantasma dentro macchine da gioco obsolete, un ghost in the shell, invece di rischiare di essere uno shell without a ghost, un guscio senza uno spirito, quello di chi lo partorì meravigliosamente vivo. Metal Gear Solid 3: Snake Eater mi appare blasfemo senza Hideo Kojima e Yoji Shinkawa. Inoltre chi vuole può esperire di nuovo questa interazione/visione/narrazione spionistica e bellica, il cui svolgimento è una continua reinvenzione fotogrammatica che rimanda sempre allo smisurato fuori campo della realtà, grazie alle (non troppo riuscite) versioni rimasterizzate per tutte le console.

Esistono innumerevoli rifacimenti che hanno perso per strada gli autori dell’originale, che si sovrappongono in maniera irrispettosa e brutale al lavoro dei tanti che lo concepirono, in un’imitazione quasi pedissequa che cancella l’originale rendendolo di fatto effimero e inerte, materiale da collezione nella sua scatola. Non parlo di videogiochi brutti, perché i remake belli sono i più pericolosi, quelli che si sostituiscono in maniera definitiva all’originale, che può solo continuare ad esistere per curiosità storiografica: Shadow of the Colossus e Demon’s Souls di Bluepoint Games ad esempio, o il recente Paper Mario: Il Portale Millenario, e ancora le pixel remaster dei primi sei Final Fantasy che tanto remaster non sono, annullando il lavoro delle origini nel loro splendido ma mendace lucore retrò.
Artisti che dipingono sui quadri di altri artisti, azzerando il tempo e la storia. Come è successo con le versioni ricorrette dallo stesso George Lucas per la prima trilogia di Star Wars, di fatto ormai sostituita dalle nuove. Ha ragione Capcom a non fare rifacimenti identici, a variare, perché così conserva, oppure la Square Enix di Final Fantasy VII.

Sembra che il remake di Metal Gear Solid 3 sarà, come si dice, 1:1, quindi identico all’opera di Kojima, ma Konami dimostrerà davvero il talento imitativo di una Bluepoint? Il teaser di presentazione visto l’anno scorso è ad esempio miserabile rispetto a quelli che avrebbe potuto dirigere l’autore di Death Stranding o che diresse allora: immensi segmenti di cinema, capolavori dell’invenzione per anticipare un capolavoro. Non si tratta solo di rigore imitativo, perché l’organicità e la complessità del videogame in questione è materia sfuggente da trattare; l’architettura di Metal Gear Solid 3 è così perfetta nella sua connessione intima con l’autore e gli autori che allora la concepirono, da risultare fragile e quindi infrangibile con facilità. Solo lo stesso Hideo Kojima avrebbe potuto contribuire a rimaneggiarla o anche solo a imitarla, sebbene io sia convinto che egli avrebbe comunque mutato l’esperienza in maniera drastica, persino sgradita ai fan, come ha dimostrato più volte di amare fare, se fosse stato responsabile del rifacimento.
Cambiando anche solo pochi tagli di montaggio, qualche parola della sceneggiatura, rare idee di gioco o una successione di inquadrature, il nuovo Metal Gear Solid 3 potrebbe cadere nel convenzionale, nella noia, nel vuoto, incrinandosi così la superficie vetrosa di una eccezionale vetrofania. Si chiama Delta questo remake, c’è il pericolo che tra questo e l’originale ci sia la stessa differenza ideale e sostanziale tra Delta Force con Chuck Norris e il Rambo di Ted Kotcheff. E se restasse identico, questo remake andrebbe infine a sovraimprimersi all’opera di Kojima, lentamente cancellandola come la Konami ha cancellato il suo nome.

atacore.it

Parliamo di

Videogioco

Metal Gear Solid 3: Snake Eater

04 Marzo 2005

Flash

Le ultime notizie.

Per non perderti niente

Su Telegram scriviamo quasi tutto: puoi seguirci anche lì.

Canale Telegram
Hai trovato un errore in questo contenuto, o vuoi segnalarci altro? Vuoi segnalare qualcosa?

Siamo anche su Telegram

Abbiamo un canale Telegram dove scriviamo più o meno tutto quello che pubblichiamo sul sito. Ci puoi seguire anche lì per non perdere mai niente delle cose più importanti.

Ci si arriva da questo tasto qui sotto.

Canale Telegram
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Abilita JavaScript nel browser per completare questo modulo.
Passo 1 di 2
Hai già un account? .

Registrati

Creando un account avrai accesso alle principali funzioni del sito.
Potrai commentare le notizie, seguire i tuoi titoli preferiti, salvare i contenuti per una lettura successiva, iscriverti alle nostre newsletter.

Cominciamo da qui con le informazioni principali. Bastano pochi secondi e hai fatto.

L'email che userai per accedere al sito.
Serve per i commenti che scriverai sul sito, e puoi anche usarlo per effettuare il login.
Scegli una password sicura e difficile da indovinare.
Fai clic o trascina il file su quest'area per caricarlo.
Qui puoi caricare un'immagine per il tuo profilo. Sarà il tuo avatar per i commenti.
Abilita JavaScript nel browser per completare questo modulo.
Hai dimenticato la password? Puoi reimpostarla da qui.
Ricordami
Abilita JavaScript nel browser per completare questo modulo.

Reimposta la password

Se hai dimenticato la password, puoi usare questo modulo per reimpostarla.

Inserisci qui sotto il tuo nome utente o il tuo indirizzo email: riceverai via email un link per scegliere una nuova password.

Abilita JavaScript nel browser per completare questo modulo.

Invia una segnalazione

Se hai trovato un errore, un bug, informazioni incomplete o non corrette, o vuoi segnalarci qualsiasi altra cosa su questa pagina o altrove sul sito, compila questo form.

Dacci qualche dettaglio per poter elaborare la tua segnalazione.
Privacy
0