• Homepage

    Torna alla pagina iniziale

  • Focus

    Gli approfondimenti, le recensioni, le prove.

  • Flash

    Le notizie e gli aggiornamenti più veloci.

  • Videogiochi

    Il cuore del database.

  • Newsletter

    I nostri appuntamenti settimanali e mensili.

Uscite imminenti

I prossimi titoli in uscita.

Reka

Agosto 2024

SteamWorld Heist II

08 Agosto 2024
Carica altro
Seguiti
Lista di lettura
espandi
chiudi

I contenuti dei videogiochi che segui appariranno qui. Per usare questa funzione è necessario avere un account.

I contenuti che hai salvato appariranno qui. Per usare questa funzione è necessario avere un account.

Entra
Registrati
Recensione calcolo...

La recensione di Mullet Mad Jack

Proiettili, spade e un mullet, e dieci secondi per far fuori quanti più androidi possibili.

14 Maggio 2024, alle 11:05

Andy Warhol diceva che in futuro tutti avrebbero vissuto quindici minuti di celebrità; era il suo modo per interpretare l’arrivo degli anni ’70 e il potere di generare e controllare l’immaginario comune della televisione in un mondo che si stava globalizzando ad una velocità impressionante. Avanti veloce fino al 2024, anno in cui un team indipendente proveniente dal Brasile decide di prendere l’aforisma di Warhol e di estremizzarlo facendo leva sul fatto che le previsioni del visionario artista statunitense siano state tutt’altro che disattese. Mullet Mad Jack, opera prima di HAMMER95, racconta infatti di un futuro distopico in cui le macchine hanno definitivamente sostituito gli umani sul posto di lavoro, lasciando che questi ultimi siano ridotti a carne da macello per l’industria dell’intrattenimento. Come appagare un pubblico inerte che vive bombardato da stimoli per ventiquattro ore al giorno? Semplice: con la violenza più sanguinosa e becera possibile, trasmessa in chiaro per chiunque. Nascono reality show pensati per lo streaming, in cui si segue svogliatamente la parabola di una persona qualsiasi, selezionata randomicamente da una delle corporation dell’intrattenimento, chiamata a sopravvivere più a lungo possibile in uno scenario in cui deve falciare a morte più macchine possibili per avere salva la vita.

Facendo l’occhiolino a Twitch e ai social network (ma anche a Crank di Brian Taylor e Mark Neveldine), Mullet Mad Jack prende i quindici minuti di notorietà pronosticati da Warhol e li trasforma in dieci secondi di ultraviolenza in streaming: i protagonisti delle dirette vengono infatti direttamente collegati ai loro smartphone, perché dal momento della messa in onda della trasmissione la loro vita dipende solo ed esclusivamente dai like che riusciranno a strappare dai pollici degli spettatori. In termini ludici questo si traduce nel fatto che il cuore di chi si ritrova malauguratamente a prender parte a uno di questi brutali reality show è collegato ad un timer di dieci o quindici secondi che, una volta azzerato, decreta la sua morte. Guadagnare like permette di aggiungere qualche prezioso secondo al timer e si è quindi chiamati ad intrattenere il pubblico sterminando in vari modi tutte le macchine che si incontrano sul proprio cammino.

Mullet MadJack è un boomer shooter essenziale ibridato ad un roguelike, che vede l’omonimo protagonista prendere parte ad uno di questi massacri in diretta per salvare la vita della regina delle influencer, rapita da un gruppo di macchine ostili che minacciano di ucciderla. Le meccaniche sono molto semplici: si impugna un’arma e si inizia la scalata al palazzo in cui è tenuta prigioniera la ragazza; alla fine di ogni piano è possibile ottenere un potenziamento temporaneo e ogni dieci piani c’è una bossfight da affrontare e un checkpoint che permette, in caso di morte, di riprendere la propria scalata da un punto avanzato. Tutto ciò che conta in Mullet Mad Jack è essere veloci e stilosi nello spappolare i nemici che affollano ogni piano del Nakatomi Palace per scongiurare che il timer collegato al proprio cuore raggiunga lo zero.

Va detto: Mullet Mad Jack è un videogioco terribilmente soddisfacente nella sua essenziale semplicità. Il timer che campeggia in cima allo schermo è un vero e proprio generatore di adrenalina che spinge a spappolare crani meccanici a ripetizione per rimanere in vita, la rapidità di movimento e la possibilità di inanellare glorykill a profusione nei più di ottanta livelli che compongono un playthrough completo fanno il resto. Tra headshot, colpi di fucile diretti ai fragili testicoli di silicio degli androidi malvagi, pozze d’acido in cui scaraventare i nemici e armi bianche da conficcare nel cranio di cuinque ci si pari di fronte, Mullet Mad Jack è un’esperienza arcade perfetta per ammazzare il tempo cercando di migliorare le proprie prestazioni di volta in volta. Funziona proprio perché è un videogioco pick up and play immediato che si presta anche ad un approccio mordi e fuggi. A volte basta poco.

Al netto di questo, però, va anche detto che quello di HAMMER95 è un videogioco un po’ confuso e fuori fuoco. A funzionare meno è proprio la componente roguelike, utilissima a donare al titolo quel mood così spiccatamente arcade ma congegnata in maniera abbastanza approssimativa. Le penalità alla morte – eccezion fatta per il livello di difficoltà più alto – sono pressoché nulle: nel peggiore dei casi si è costretti a ripartire da dieci piani più giù senza power-up, ma parliamo di un videogioco in cui per completare un piano servono meno di 60 secondi e che elargisce perk al termine di ogni stage. Scordatevi il piacere di costruirsi una build ottimizzata alla perfezione, insomma. Non che sia obbligatorio il contrario (e anzi, per la formula di Mullet Mad Jack va benissimo così), ma si tratta di un sistema all’acqua di rose incapace di creare qualsiasi tipo di profondità ludica. A questo va necessariamente aggiunto che i boss che infestano i piani del Nakatomi sono di una banalità quasi disarmante, colpa del fatto che sono figli di idee di design veramente poverissime, e che durante le bossfight il timer viene disattivato, annullando quella che è di fatto la caratteristica più interessante di tutto il pacchetto.

Nel mezzo si infila anche una componente narrativa che tradisce delle ambizioni quantomeno interessanti da parte del team, che all’interno di un’esperienza così semplice hanno tentato di introdurre anche delle tematiche più o meno impegnate. Si tratta in gran parte della satira sociale tagliata con l’accetta tipica delle opere derivative del cyberpunk, sia chiaro, ma qualche spunto da approfondire ci sarebbe anche, in particolare il discorso che si innesca a un certo punto sulla disperazione delle macchine coscienti di essere state create senza un’anima, alla ricerca di un dio a cui votarsi. Finisce tutto sotto il tappeto molto in fretta, colpa del fatto che la struttura del gioco non è abbastanza solida per sorreggere un impianto narrativo più profondo di così, ma non mi sarebbe dispiaciuto vedere approfondite alcune dinamiche.

Mullet MadJack è un gioco piacevolmente fuori dal tempo, imbevuto dell’estetica cyberpunk degli anime anni ’90 e con un’anima arcade sorretta da meccaniche moderne e – per quanto semplici – estremamente efficaci. Forse è tardi per infilarsi nel solco tracciato da Hotline Miami e dalla mania retrowave esplosa un decennio fa, e il fatto di essere tutto sommato molto facile gli impedirà di imporsi come uno di quei roguelike eterni à la The Binding of Isaac, Hades e Darkest Dungeon, ma la sua forza sta proprio nell’immediatezza.
Menzione speciale per la possibilità di accedere ad un unboxing virtuale del gioco dal menù opzioni, con tanto di manuale digitale creato appositamente per assomigliare alle vecchie edizioni big box per computer, e bonus come la riproduzione del disco della colonna sonora e di un poster creato apposta per l’occasione. Una dimostrazione di cura non indifferente.

atacore.it
7

Parliamo di

Videogioco

Mullet Mad Jack

15 Maggio 2024

Flash

Le ultime notizie.

Per non perderti niente

Su Telegram scriviamo quasi tutto: puoi seguirci anche lì.

Canale Telegram
Hai trovato un errore in questo contenuto, o vuoi segnalarci altro? Vuoi segnalare qualcosa?

Perché atacore.it?

Perché crediamo che i videogiochi si possano raccontare in modo diverso, più serio, e senza perdere tempo. Per questo motivo scriviamo soltanto di notizie rilevanti e verificate. Senza perdere tempo né occupare spazio inutilmente.

Su queste pagine non troverai rumor, leak, previsioni o indiscrezioni senza fonti.

2 Commenti
Più vecchi
Più nuovi Più votati
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Mike_Iacoponi
2 mesi fa

Boss fight a parte, la demo mi aveva lasciato con una voglia assurda di riprenderlo in mano. Peccato per il lato rogue like buttato lì tanto per…

Markuz
2 mesi fa

Ma come facevo a non conoscere questo gioco?! Visivamente spettacolare, ora voglio giocarlo. Bella recensione!!

Abilita JavaScript nel browser per completare questo modulo.
Passo 1 di 2
Hai già un account? .

Registrati

Creando un account avrai accesso alle principali funzioni del sito.
Potrai commentare le notizie, seguire i tuoi titoli preferiti, salvare i contenuti per una lettura successiva, iscriverti alle nostre newsletter.

Cominciamo da qui con le informazioni principali. Bastano pochi secondi e hai fatto.

L'email che userai per accedere al sito.
Serve per i commenti che scriverai sul sito, e puoi anche usarlo per effettuare il login.
Scegli una password sicura e difficile da indovinare.
Fai clic o trascina il file su quest'area per caricarlo.
Qui puoi caricare un'immagine per il tuo profilo. Sarà il tuo avatar per i commenti.
Abilita JavaScript nel browser per completare questo modulo.
Hai dimenticato la password? Puoi reimpostarla da qui.
Ricordami
Abilita JavaScript nel browser per completare questo modulo.

Reimposta la password

Se hai dimenticato la password, puoi usare questo modulo per reimpostarla.

Inserisci qui sotto il tuo nome utente o il tuo indirizzo email: riceverai via email un link per scegliere una nuova password.

Abilita JavaScript nel browser per completare questo modulo.

Invia una segnalazione

Se hai trovato un errore, un bug, informazioni incomplete o non corrette, o vuoi segnalarci qualsiasi altra cosa su questa pagina o altrove sul sito, compila questo form.

Dacci qualche dettaglio per poter elaborare la tua segnalazione.
Privacy
2
0