• Homepage

    Torna alla pagina iniziale

  • Focus

    Gli approfondimenti, le recensioni, le prove.

  • Flash

    Le notizie e gli aggiornamenti più veloci.

  • Videogiochi

    Il cuore del database.

  • Newsletter

    I nostri appuntamenti settimanali e mensili.

Uscite imminenti

I prossimi titoli in uscita.

Flintlock: The Siege of Dawn

18 Luglio 2024

Schim

18 Luglio 2024
Carica altro
Seguiti
Lista di lettura
espandi
chiudi

I contenuti dei videogiochi che segui appariranno qui. Per usare questa funzione è necessario avere un account.

I contenuti che hai salvato appariranno qui. Per usare questa funzione è necessario avere un account.

Entra
Registrati
Recensione calcolo...

La recensione di Fireside

Un videogioco cozy all’insegna del baratto e dell’attenzione per il prossimo.

28 Giugno 2024, alle 11:06

Più o meno in ogni città si stanno affermando i gruppi di swapping. Le persone si incontrano – di persona o, più spesso, su internet – offrendo oggetti che non usano più e ricercando dagli altri qualcosa di cui hanno bisogno da ottenere in cambio. È un sistema di domanda e offerta che nasconde maggiori complessità rispetto all’utilizzo della moneta, che risulta decisamente più immediato: è richiesto un incontro concreto e unico di bisogni, con una forte attenzione alle necessità dell’altro e sì, anche un pizzico di abilità nella trattativa.

Il fascino del baratto sta proprio nei rapporti personali che crea, legami che l’uso della moneta non riesce a catalizzare con tanta intensità. Ecco, quindi, che Emergo Entertainment ha deciso di costruire proprio sul baratto il suo Fireside, videogioco single player narrativo disponibile su PC e su Nintendo Switch (e quest’ultima è la versione che ho giocato). Non ci sono combattimenti, in Fireside: in compenso, i dialoghi sono abbondanti, ed è necessario esplorare il mondo di gioco per scovare oggetti da scambiare con gli altri personaggi, in modo tale da soddisfare i nostri e gli altrui bisogni.

Il protagonista – che, a nostra scelta, potrà essere un uomo, una donna o una persona non binaria – è un mercante vestito di blu di nome Knick, impegnato in un viaggio in barca per offrire i suoi servizi in una terra lontana. Solo che le onde tremende del mare lo portano a un brusco naufragio… Con buona pace per tutti gli oggetti che si era portato appresso. Ma niente paura: gli abitanti di queste lande sono cordiali, e c’è persino uno spiritello che chiede l’aiuto di Knick per ricostruire statue ed edifici, potenziando inoltre i piedistalli che permettono di teletrasportarsi da un angolo all’altro di questo bellissimo mondo disegnato a mano dagli artisti di Emergo Entertainment.

L’atmosfera non è mai stressante, e si spende la gran parte del tempo a chiacchierare con gli strampalati personaggi che troviamo ogni sera davanti ai focolari che punteggiano la regione. Sirene, pirati, mostriciattoli di ogni foggia sono tutti disposti allo scambio, e se riusciremo a soddisfare i loro bisogni primari (rappresentati con i simboli di oggetti che desiderano particolarmente) riusciremo a fare ottimi affari. Dal canto nostro, abbiamo bisogno di legname, conchiglie e molto altro ancora per ricostruire gli edifici del mondo degli spiriti e dare una mano a ripristinare i legami tra i vari segmenti del mondo di gioco; c’è di buono che gli obiettivi risultano sempre chiari e illustrati in un comodo taccuino che Knick porta sempre con sé.

Devo dire che non ho particolarmente amato l’esplorazione. Ogni mattina potremo scegliere verso quale focolare dirigerci, scoprendo così una nuova porzione della mappa. Knick cammina lentamente verso il punto designato dal giocatore, senza la necessità di premere alcun tasto o di usare alcuna levetta. L’ho trovata una scelta poco comprensibile e piuttosto alienante, ma fortunatamente il percorso può essere vivacizzato da alcuni eventi casuali rappresentati con una semplice immagine e con un testo: giusto per fare un esempio, potremmo trovare una ranocchia che ci chiede aiuto per trovare un oggetto che ha perso in riva al fiume, e tramite scelte testuali potremo tentare di raccapezzarci in mezzo al fogliame per dare una mano all’animaletto in difficoltà.

La bellezza di Fireside sta principalmente nelle fasi che trascorriamo presso i focolari. I dialoghi sono strutturati con grande cura e nessuna esperienza sarà uguale all’altra, data la grandissima varietà di percorsi disponibili. In generale, il lavoro di Emergo Entertainment fa respirare un forte senso di libertà al giocatore, senza costringerlo in legacci che avrebbero minato lo spirito di Fireside. Di certo, non si tratta di un’opera che consiglierei a chi ama l’azione a tutti i costi – non che ci sia alcunché di sbagliato, sia chiaro: sono gusti. È però bello constatare, gioco dopo gioco, come le regole di un’esperienza ludica possano essere utilizzate per trasmettere una grande varietà di messaggi. In questo caso, Emergo Entertainment cerca di evidenziare la natura del tutto personale dei bisogni di ognuno, senza alcun tipo di giudizio, e la bellezza dell’incontro quando non ci si avvicina all’altro per approfittare di lui, ma per unire le forze e raggiungere insieme i propri obiettivi.

In questo senso, la presenza dell’energia spirituale crea una dinamica di gioco estremamente significativa. Gli scambi e il valore degli oggetti – sempre relativo e mai assoluto, in base ai bisogni dei personaggi coinvolti – sono rappresentati tramite l’utilizzo di una bilancia: come è facile immaginare, un baratto risulta equo quando i due piatti della bilancia sono in equilibrio. È possibile accettare uno scambio sbilanciato in nostro sfavore, di fatto facendo un regalo più o meno grande alla controparte. In questo caso, guadagneremo energia spirituale in maniera proporzionale rispetto al nostro sacrificio: è una sorta di ricompensa karmica per la nostra buona azione, e si tratta della prima volta che mi capita di vedere un sistema simile all’interno di un universo videoludico.

A mio personale avviso, Fireside riesce a trasmettere il suo messaggio in maniera chiara in qualche ora di gioco, e forse la sua durata – che nel mio caso si è attestata intorno alle diciotto ore – è un filo eccessiva, dato che talvolta si scade in una certa ripetitività. Resta un’esperienza piacevolissima per chi vuole interrogarsi sulle potenzialità dei giochi e sulla loro capacità di veicolare significato tramite particolari configurazioni di agenzialità. Ah, e non dimenticatevi di iscrivervi al gruppo di swapping più vicino a voi: condividere bisogni e cercare soluzioni senza comprare oggetti nuovi è un ottimo modo per far bene al pianeta, magari conoscendo nel frattempo persone interessanti.

atacore.it
7

Parliamo di

Videogioco

Fireside

Flash

Le ultime notizie.

Per non perderti niente

Su Telegram scriviamo quasi tutto: puoi seguirci anche lì.

Canale Telegram
Hai trovato un errore in questo contenuto, o vuoi segnalarci altro? Vuoi segnalare qualcosa?

Perché atacore.it?

Perché crediamo che i videogiochi si possano raccontare in modo diverso, più serio, e senza perdere tempo. Per questo motivo scriviamo soltanto di notizie rilevanti e verificate. Senza perdere tempo né occupare spazio inutilmente.

Su queste pagine non troverai rumor, leak, previsioni o indiscrezioni senza fonti.

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Abilita JavaScript nel browser per completare questo modulo.
Passo 1 di 2
Hai già un account? .

Registrati

Creando un account avrai accesso alle principali funzioni del sito.
Potrai commentare le notizie, seguire i tuoi titoli preferiti, salvare i contenuti per una lettura successiva, iscriverti alle nostre newsletter.

Cominciamo da qui con le informazioni principali. Bastano pochi secondi e hai fatto.

L'email che userai per accedere al sito.
Serve per i commenti che scriverai sul sito, e puoi anche usarlo per effettuare il login.
Scegli una password sicura e difficile da indovinare.
Fai clic o trascina il file su quest'area per caricarlo.
Qui puoi caricare un'immagine per il tuo profilo. Sarà il tuo avatar per i commenti.
Abilita JavaScript nel browser per completare questo modulo.
Hai dimenticato la password? Puoi reimpostarla da qui.
Ricordami
Abilita JavaScript nel browser per completare questo modulo.

Reimposta la password

Se hai dimenticato la password, puoi usare questo modulo per reimpostarla.

Inserisci qui sotto il tuo nome utente o il tuo indirizzo email: riceverai via email un link per scegliere una nuova password.

Abilita JavaScript nel browser per completare questo modulo.

Invia una segnalazione

Se hai trovato un errore, un bug, informazioni incomplete o non corrette, o vuoi segnalarci qualsiasi altra cosa su questa pagina o altrove sul sito, compila questo form.

Dacci qualche dettaglio per poter elaborare la tua segnalazione.
Privacy
0