• Homepage

    Torna alla pagina iniziale

  • Focus

    Gli approfondimenti, le recensioni, le prove.

  • Flash

    Le notizie e gli aggiornamenti più veloci.

  • Videogiochi

    Il cuore del database.

  • Newsletter

    I nostri appuntamenti settimanali e mensili.

Uscite imminenti

I prossimi titoli in uscita.

Reka

Agosto 2024

SteamWorld Heist II

08 Agosto 2024
Carica altro
Seguiti
Lista di lettura
espandi
chiudi

I contenuti dei videogiochi che segui appariranno qui. Per usare questa funzione è necessario avere un account.

I contenuti che hai salvato appariranno qui. Per usare questa funzione è necessario avere un account.

Entra
Registrati
Recensione calcolo...

La recensione di Endless Ocean: Luminous

L'ultimo lavoro dello studio Arika è un deciso passo indietro rispetto agli episodi usciti su Wii.

16 Maggio 2024, alle 12:05

C’è qualcosa di estremamente affascinante nell’idea dell’esplorazione degli oceani. Voglio dire: oggi conosciamo quasi tutto delle terre emerse del pianeta Terra, ed è molto, molto difficile trovare ancora qualcosa che ci riesca a stupire, o che non ci aspettiamo, o un posto che ci faccia dire oh, ma davvero esiste questa cosa sul nostro pianeta? Insomma: basta cercare dei video di un posto e li troviamo, e vediamo quello che vogliamo vedere. Eppure con gli oceani è diverso. Sarà il loro essere inaccessibili, sarà la totale oscurità che immaginiamo là sotto, l’intrigante senso di mistero e pericolo, o le incredibili profondità a cui arrivano – l’abisso Challenger, il punto più profondo del pianeta, si ferma a quasi 11.000 km sotto il livello del mare.
Per questo l’annuncio di Endless Ocean: Luminous, lo scorso febbraio, mi aveva molto incuriosito: sarebbe stata l’occasione di rituffarsi nelle profondità degli oceani terresti, con la solita calma ed eleganza che contraddistingue la serie fin dalla sua prima apparizione in un’altra forma, su PlayStation 2 con il nome di Everblue, nell’ormai lontanissimo 2001.
Purtroppo le cose non sono andate proprio benissimo.

Il problema principale di Luminous è che è un gioco molto noioso ed estremamente ripetitivo. Avviata l’avventura e dopo la prima immersione nel Mar Velato, veniamo introdotti a una storia di fondo: c’è un’Intelligenza Artificiale asettica e senz’anima né personalità che ci dice che dobbiamo indagare su un’infezione che ha colpito il Corallo Primigenio, un particolare tipo di corallo da salvaguardare assolutamente. Da lì cominciano a susseguirsi i piccoli, brevi capitoli della storia, che pure diverse ore dopo l’inizio del gioco ricordano delle fasi di tutorial, piuttosto che un vero e proprio avanzamento. I capitoli sono fatti di determinati obiettivi da raggiungere, che quando va bene avviano delle brevi cutscene senza alcuna ispirazione, quando va male richiedono di essere sbloccati grazie allo scan di centinaia di elementi. Letteralmente: centinaia di elementi.
E non ci sarebbe niente di male, considerando l’esplorazione come elemento principale del gioco, se non fosse che si tratta di un’attività estremamente monotona e del tutto priva di stimoli. Gli scenari vengono generati proceduralmente, ed è difficile che nascondano delle vere sorprese o degli incontri particolarmente inaspettati; anzi, il rischio concreto è che, proprio vista la natura procedurale del mondo di gioco, ci si ritrovi a nuotare ore intere senza riuscire a trovare questo o quel pesce che consente di proseguire nella storia principale, all’interno di scenari che danno l’impressione di essere sempre uguali, e semplici riproposizioni di ambienti già visti. Un aiuto concreto in questo senso è rappresentato dalla modalità multigiocatore, che ci fa risparmiare un po’ di tempo delegando ad altre persone la scansione di una parte degli elementi, riducendo in parte la frustrazione di un’esplorazione in solitaria che può durare per diverse ore.

Però capiamoci: non è proprio tutto da buttare. L’aspetto enciclopedico è senza dubbio la parte più riuscita del gioco: ci sono centinaia di specie diverse, ognuna di esse accompagnata da una descrizione ben scritta, che farà felici gli appassionati della fauna marina, da scoprire anche nelle sue più piccole variazioni (limitatamente a quanto si può approfondire in un videogioco, è chiaro). Trovare uno squalo estinto da tempo, scoprire una nuova specie, notare una colorazione diversa o nuove caratteristiche in una già conosciuta; sono tutti momenti che custodiscono una certa sorpresa, danno una certa soddisfazione, con un potenziale educativo non da sottovalutare.
Eppure, nemmeno questo aspetto è esente da problemi: dovendo effettuare lo scan di centinaia di creature capita spesso di ritrovarne di già viste, e quindi di rendersene conto, dover aspettare lo zoom automatico effettuato dal gioco, premere B (spesso anche più volte, dato un timing degli input non sempre comunicato in modo chiaro) per uscire, e poi ricominciare con la ricerca. È vero quindi che Luminous è pieno di contenuti enciclopedici e informazioni interessanti, ma che non bastano da sole, soprattutto se non legate a una struttura che funziona e che incentiva la scoperta, l’esplorazione, l’indagine.

Endless Ocean Luminous è un prodotto che non vale i cinquanta euro che costa. Il gioco è ricco di dati e informazioni su centinaia di specie diverse, ma l’esplorazione è da subito così noiosa e ripetitiva che si perde presto ogni stimolo per proseguire. Una modalità storia da dimenticare e una direzione artistica tristemente anonima concludono il quadro di una produzione consigliata soltanto a chi ha un profondo, profondissimo amore per gli animali del mare, e non vede l’ora di vederli e leggerne le descrizioni. E per qualche ragione non sa che esiste Wikipedia.

atacore.it
5

Parliamo di

Videogioco

Endless Ocean: Luminous

02 Maggio 2024

Flash

Le ultime notizie.

Per non perderti niente

Su Telegram scriviamo quasi tutto: puoi seguirci anche lì.

Canale Telegram
Hai trovato un errore in questo contenuto, o vuoi segnalarci altro? Vuoi segnalare qualcosa?

Perché atacore.it?

Perché crediamo che i videogiochi si possano raccontare in modo diverso, più serio, e senza perdere tempo. Per questo motivo scriviamo soltanto di notizie rilevanti e verificate. Senza perdere tempo né occupare spazio inutilmente.

Su queste pagine non troverai rumor, leak, previsioni o indiscrezioni senza fonti.

1 Commento
Più vecchi
Più nuovi Più votati
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Fechuli
1 mese fa

Che peccato, aspettavo un nuovo capitolo di Endless Ocean da anni. Su Wii mi ero chiuso tantissimo col 2 e la notizia di un nuovo capitolo mi aveva portato alla mente quei bei ricordi.

Abilita JavaScript nel browser per completare questo modulo.
Passo 1 di 2
Hai già un account? .

Registrati

Creando un account avrai accesso alle principali funzioni del sito.
Potrai commentare le notizie, seguire i tuoi titoli preferiti, salvare i contenuti per una lettura successiva, iscriverti alle nostre newsletter.

Cominciamo da qui con le informazioni principali. Bastano pochi secondi e hai fatto.

L'email che userai per accedere al sito.
Serve per i commenti che scriverai sul sito, e puoi anche usarlo per effettuare il login.
Scegli una password sicura e difficile da indovinare.
Fai clic o trascina il file su quest'area per caricarlo.
Qui puoi caricare un'immagine per il tuo profilo. Sarà il tuo avatar per i commenti.
Abilita JavaScript nel browser per completare questo modulo.
Hai dimenticato la password? Puoi reimpostarla da qui.
Ricordami
Abilita JavaScript nel browser per completare questo modulo.

Reimposta la password

Se hai dimenticato la password, puoi usare questo modulo per reimpostarla.

Inserisci qui sotto il tuo nome utente o il tuo indirizzo email: riceverai via email un link per scegliere una nuova password.

Abilita JavaScript nel browser per completare questo modulo.

Invia una segnalazione

Se hai trovato un errore, un bug, informazioni incomplete o non corrette, o vuoi segnalarci qualsiasi altra cosa su questa pagina o altrove sul sito, compila questo form.

Dacci qualche dettaglio per poter elaborare la tua segnalazione.
Privacy
1
0