• Homepage

    Torna alla pagina iniziale

  • Focus

    Gli approfondimenti, le recensioni, le prove.

  • Flash

    Le notizie e gli aggiornamenti più veloci.

  • Videogiochi

    Il cuore del database.

  • Newsletter

    I nostri appuntamenti settimanali e mensili.

Uscite imminenti

I prossimi titoli in uscita.

Reka

Agosto 2024

SteamWorld Heist II

08 Agosto 2024
Carica altro
Seguiti
Lista di lettura
espandi
chiudi

I contenuti dei videogiochi che segui appariranno qui. Per usare questa funzione è necessario avere un account.

I contenuti che hai salvato appariranno qui. Per usare questa funzione è necessario avere un account.

Entra
Registrati
Provato calcolo...

La prova di Cozy Caravan

Il videogioco di 5 Lives Studios vuole essere il vostro prossimo rifugio sicuro e confortevole.

23 Maggio 2024, alle 10:05

Non capita davvero tutti i giorni di provare un videogioco nel quale si guida un carretto, al cui interno ci sono praticamente tutte le comodità di una casetta, da una pratica cucinetta a un comodo lettino, tirato da una sorta di enorme ape, visitando piccolissimi e accoglienti villaggi, facendo favori ai loro abitanti e, il fine settimana, vendendo nelle loro piazze tutto quello che si è riusciti a raccogliere e creare nei giorni precedenti. Questo è, in sintesi, quello che offre Cozy Caravan, produzione ancora in sviluppo presso il team australiano 5 Lives Studios, ma che dallo scorso 16 maggio è disponibile in accesso anticipato su Steam.

Lo dice già il nome che si tratta di un’esperienza che fa del suo essere confortevole, accogliente, serena e tranquilla la sua ragione. Si inizia scegliendo il proprio avatar tra una serie di tenerissimi animaletti, per di più personalizzabili nell’aspetto, variandone il colore del manto e gli abiti, e si viene subito introdotti a meccaniche di gioco nelle quali non c’è minimamente spazio per la fretta, per l’ansia da completismo e per tutte quelle pulsioni che non appartengono alla sfera della rilassatezza. L’animaletto è un mercante, che accompagnato dal suo poco loquace compagno ranocchio, Bubba (si chiama così perché dice solo “Bubba! Bubba!”), deve semplicemente svolgere la sua professione nel modo più sereno possibile, ovvero senza nemmeno pensare alla squallida moneta.

A regolare la progressione infatti c’è la soddisfazione degli abitanti del placido mondo di gioco, misurata in cuoricini. Svolgere incarichi per loro significa aumentare l’armonia complessiva, e aumentare l’armonia complessiva significa avere accesso a nuovi oggetti con i quali non solo abbellire, ma anche arricchire il carretto, dotandolo di nuove possibilità. Si parte quindi svolgendo compiti estremamente basilari, che possono consistere nella semplice raccolta di certi frutti, ortaggi e semine, nel portare specifici oggetti a certi animaletti, e poi si va un po’ più in là, magari cucinando nuove e ricche pietanze all’interno della cucina “comprata” con la gioia degli abitanti, seguendo le indicazioni di semplici ma sfiziosi minigiochi.

C’è anche un certo spazio per l’esplorazione. Andare qua e là in un mondo ancora piccolino, ma comunque sfizioso da attraversare, significa scoprire nuovi luoghi e villaggi, ottenere nuovi oggetti, persino intraprendere incarichi che coprono tutta l’estensione della mappa, come portare a un enorme ranocchio i suoi figlioletti sparsi in giro, o ottenere una macchina fotografica per immortalare precise scene. Non è possibile farlo liberamente, nel senso che le strade tra un villaggio e un altro sono percorribili solo sul carretto e non a piedi, ma comunque c’è abbastanza spazio per curiosare in giro anche quando si muove direttamente il proprio animaletto.

Oggi questo amabilissimo mondo, presentato in maniera così dolce e scanzonata, anche grazie a un’estetica morbidissima e delicata e a una direzione artistica assolutamente deliziosa, è ancora un po’ troppo piccolo per avvicinarvisi senza che si arrivi, dopo nemmeno troppo tempo, a esaurire quanto ha da proporre. Essendo ancora in accesso anticipato non è questa la prima delle preoccupazioni che il gioco solleva, mentre altre sono più rilevanti, per quanto comunque risolvibili.

La prima è sicuramente l’eccessivo girovagare. Cozy Caravan è un videogioco itinerante già dal nome, ma il continuo doversi spostare, perché certi oggetti sono ottenibili solo in certi posti, un po’ confligge con l’idea di rilassatezza che ne sta alla base. Similmente, ci fa un po’ a cazzotti la mancanza di un registro che indichi gli incarichi accettati; la sua assenza era voluta dagli sviluppatori, proprio per non far percepire il peso dei compiti da svolgere, ma produce esattamente il contrario, stressa il non ricordarsi dove andare o cosa fare, e allora nei prossimi aggiornamenti la faccenda sarà sistemata.

Nonostante una dimensione ancora troppo piccola per essere significativa, l’accesso anticipato di Cozy Caravan ha rappresentato per me un’esperienza comunque piacevolissima: ci sono piccole cose, come gli animaletti che comprano frutta, ortaggi e cibi pronti dal banchetto dove li si è esposti, e poi tutti carini e ordinati si mettono in fila alla cassa (che cassa non è, perché come detto non c’è moneta ma armonia, e già questo è zuccherosissimo), che davvero riscaldano il cuore e testimoniano come le idee e lo spirito del gioco siano azzeccatissimi e coerenti tra loro. Ne vorrei ancora, grazie.

atacore.it

Parliamo di

Videogioco

Cozy Caravan

16 Maggio 2024

Flash

Le ultime notizie.

Per non perderti niente

Su Telegram scriviamo quasi tutto: puoi seguirci anche lì.

Canale Telegram
Hai trovato un errore in questo contenuto, o vuoi segnalarci altro? Vuoi segnalare qualcosa?

Perché atacore.it?

Perché crediamo che i videogiochi si possano raccontare in modo diverso, più serio, e senza perdere tempo. Per questo motivo scriviamo soltanto di notizie rilevanti e verificate. Senza perdere tempo né occupare spazio inutilmente.

Su queste pagine non troverai rumor, leak, previsioni o indiscrezioni senza fonti.

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Abilita JavaScript nel browser per completare questo modulo.
Passo 1 di 2
Hai già un account? .

Registrati

Creando un account avrai accesso alle principali funzioni del sito.
Potrai commentare le notizie, seguire i tuoi titoli preferiti, salvare i contenuti per una lettura successiva, iscriverti alle nostre newsletter.

Cominciamo da qui con le informazioni principali. Bastano pochi secondi e hai fatto.

L'email che userai per accedere al sito.
Serve per i commenti che scriverai sul sito, e puoi anche usarlo per effettuare il login.
Scegli una password sicura e difficile da indovinare.
Fai clic o trascina il file su quest'area per caricarlo.
Qui puoi caricare un'immagine per il tuo profilo. Sarà il tuo avatar per i commenti.
Abilita JavaScript nel browser per completare questo modulo.
Hai dimenticato la password? Puoi reimpostarla da qui.
Ricordami
Abilita JavaScript nel browser per completare questo modulo.

Reimposta la password

Se hai dimenticato la password, puoi usare questo modulo per reimpostarla.

Inserisci qui sotto il tuo nome utente o il tuo indirizzo email: riceverai via email un link per scegliere una nuova password.

Abilita JavaScript nel browser per completare questo modulo.

Invia una segnalazione

Se hai trovato un errore, un bug, informazioni incomplete o non corrette, o vuoi segnalarci qualsiasi altra cosa su questa pagina o altrove sul sito, compila questo form.

Dacci qualche dettaglio per poter elaborare la tua segnalazione.
Privacy
0