• Homepage

    Torna alla pagina iniziale

  • Focus

    Gli approfondimenti, le recensioni, le prove.

  • Flash

    Le notizie e gli aggiornamenti più veloci.

  • Videogiochi

    Il cuore del database.

  • Newsletter

    I nostri appuntamenti settimanali e mensili.

Uscite imminenti

I prossimi titoli in uscita.

Flintlock: The Siege of Dawn

18 Luglio 2024

Schim

18 Luglio 2024
Carica altro
Seguiti
Lista di lettura
espandi
chiudi

I contenuti dei videogiochi che segui appariranno qui. Per usare questa funzione è necessario avere un account.

I contenuti che hai salvato appariranno qui. Per usare questa funzione è necessario avere un account.

Entra
Registrati
Flash calcolo...

Ubisoft svela i NEO NPC, personaggi basati sull’intelligenza artificiale

In una presentazione a porte chiuse alla GDC, la casa francese ha mostrato alcune demo di una nuova tecnologia.

20 Marzo 2024, alle 00:03

Durante la Game Developers Conference attualmente in corso a San Francisco, Ubisoft ha svelato a porte chiuse dei prototipi di quelli che definisce NEO NPC (Newly Evolving NPC), personaggi basati sull’intelligenza artificiale nati grazie a una partnership con Inworld AI.

I giornalisti presenti alla presentazione hanno avuto l’opportunità di giocare a tre bevi demo di questa tecnologia in azione: le sezioni erano effettivamente giocabili, ma sono state descritte da Ubisoft come semplici “esperimenti di concept”, specificando come l’implementazione di una cosa del genere in un gioco vero sia ancora lontanissima.

Il problema dell’utilizzo dell’intelligenza artificiale generativa nei dialoghi tra i personaggi è sempre stato quello di una piattezza di fondo, e in generale il loro rappresentare delle interazioni fini a sé stesse, senza alcun impatto reale sul gameplay. L’obiettivo dei NEO NPC è quello di risolvere questo problema.

Le demo mostrate riguardavano conversazioni con diversi personaggi di ipotetici titoli Ubisoft, ai quali era possibile parlare a voce, usando un microfono, tenendo premuto LT. La prima impressione, scrive Chris Tapsell di Eurogamer, è una certa reattività nelle interazioni, comunque limitata dai classici problemi delle intelligenze artificiali generative (basta che abbiate usato qualche volta uno dei modelli GPT di OpenAI per capire di cosa si parla), tra cui un linguaggio chiaramente artificiale e spesso impreciso.

Inoltre, quello che distingue questi NPC da dei normali chatbot, è il fatto che siano posti entro dei limiti umani, che sono poi i limiti del game design: si può quindi dire o proporre loro qualsiasi cosa, ma se non rientra nelle possibilità immaginate dai designer, a livello di gameplay non cambierà niente, e al limite si riceverà una generica risposta negativa.

Quello che rimane, quindi, è qualcosa di molto simile a un gioco normale, in cui si cercano indizi per capire cosa può funzionare, e poi lo si propone agli altri personaggi, per poi procedere, in caso affermativo, con la scelta pensata dai programmatori. Ci si può arrivare con infinite conversazioni su qualsiasi cosa, e questo è vero, ma poche di esse sono quelle che cambiano effettivamente qualcosa nel gioco.

Le demo mostrate da Ubisoft rappresentano quindi i primi passi di un’implementazione dell’intelligenza artificiale all’interno dei videogiochi, in modo strutturato e funzionale al gameplay. C’è ancora sicuramente tanta strada da fare, e tanti problemi da risolvere: di natura tecnica, prima di tutto, ma anche etica, artistica e creativa.

Le tecnologie ci sono e ci saranno, e quello probabilmente rimarrà un ostacolo ancora per poco; bisognerà capire come vorremo usarle all’interno del medium, e fino a che punto spingerci.

atacore.it
Hai trovato un errore in questo contenuto, o vuoi segnalarci altro? Vuoi segnalare qualcosa?

Siamo anche su Telegram

Abbiamo un canale Telegram dove scriviamo più o meno tutto quello che pubblichiamo sul sito. Ci puoi seguire anche lì per non perdere mai niente delle cose più importanti.

Ci si arriva da questo tasto qui sotto.

Canale Telegram
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Abilita JavaScript nel browser per completare questo modulo.
Passo 1 di 2
Hai già un account? .

Registrati

Creando un account avrai accesso alle principali funzioni del sito.
Potrai commentare le notizie, seguire i tuoi titoli preferiti, salvare i contenuti per una lettura successiva, iscriverti alle nostre newsletter.

Cominciamo da qui con le informazioni principali. Bastano pochi secondi e hai fatto.

L'email che userai per accedere al sito.
Serve per i commenti che scriverai sul sito, e puoi anche usarlo per effettuare il login.
Scegli una password sicura e difficile da indovinare.
Fai clic o trascina il file su quest'area per caricarlo.
Qui puoi caricare un'immagine per il tuo profilo. Sarà il tuo avatar per i commenti.
Abilita JavaScript nel browser per completare questo modulo.
Hai dimenticato la password? Puoi reimpostarla da qui.
Ricordami
Abilita JavaScript nel browser per completare questo modulo.

Reimposta la password

Se hai dimenticato la password, puoi usare questo modulo per reimpostarla.

Inserisci qui sotto il tuo nome utente o il tuo indirizzo email: riceverai via email un link per scegliere una nuova password.

Abilita JavaScript nel browser per completare questo modulo.

Invia una segnalazione

Se hai trovato un errore, un bug, informazioni incomplete o non corrette, o vuoi segnalarci qualsiasi altra cosa su questa pagina o altrove sul sito, compila questo form.

Dacci qualche dettaglio per poter elaborare la tua segnalazione.
Privacy
0